Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri e non utilizza cookie di profilazione di terze parti. Abbiamo anonimizzato Google Analytics, il che ci permette di raccogliere statistiche senza farvi profilare. Da ogni pagina del sito potete accedere alla politica della privacy estesa.
Privacy Policy
HOME

CELLENO (VT)



COME ARRIVARE
- Da nord: A1 uscita Orvieto direzione Castiglione in Teverina e da qui verso Civitella d'Agliano.
               Con la Strada Statale Cassia direzione Abbadia San Salvatore, Proceno.

- Da sud: A1 uscita Attigliano
             Con la Strada Statale Cassia direzione Ronciglione, Viterbo, Montefiascone, Bolsena, San. Lorenzo Nuovo, Acquapendente, Proceno.

info
- Comune


Celleno è un paese che sorge su di una collina a 476 metri s.l.m., in una zona bellissima del Lazio: la Tuscia. Una delle caratteristiche di Celleno e delle zone circostanti è la natura così fitta e verde.

Le origini del paese di Celleno risalgono al tempo degli Etruschi, in epoca successiva con i Romani passando per per Carlo Magno fino ad aggi. Il nome Celleno, secondo studi, potrebbe avere più derivazioni ma per l'ipotesi più accreditata il nome del paese deriverebbe da " cella " in senso di cavità date le numersosee grotte tufacee naturali presenti a Celleno , la Provincia di Viterbo ed oltre. Il nostro paese, oltre alla famosa Festa delle ciliegie che si svolge ogni anno, è sempre ricco di nuove iniziative culturali, religiose, gastronomiche...

La parte forse più interessante del paese è senz'altro il centro storico o anche chiamato dai cellenesi " Paese vecchio" o " Celleno Vecchio". Arrivando nella parte più antica del paese si noterà il castello Medievale degli Orsini, oggi abitato solamente da un artista. Parte del castello è visitabile ma le altre parti sono pericolanti a causa di terremoti che ci furono in passato. Comunque il fascino del Castello e dell'ex paese è ancora intatto. Il Castello è spesso usato come sfondo per importanti manifestazioni e rappresentazioni. Nella Piazza di fronte al Castello Orsini si può notare la piccola chiesa di San Rocco che espone un pregiato crocefisso ligneo del 1300 recentemente restaurato per laFesta del S.S. Crocifisso di Celleno appunto. Tutti gli abitanti di Celleno sono molto devoti a questa scultura, ecco dunque la Festa del Crocifisso come uno fra I momenti più belli a Celleno. Proseguendo per alcuni metri dopo la chiesa di San Rocco troviamo l'ex convento dei Frati minori riformati di Celleno. Anch'esso ex costruzione risalente al periodo medievale che una volta ospitava una congregazione di frati. Anni fa l'ex convento fu comprato da alcune famiglie bresciane che lo restaurarono, migliorarono nelle parti danneggiate dal tempo e trasformarono in un luogo d'incontri internazionali , a favore della fede, alla cultura, all'attività lavorativa e alla sensibilà ·sociale e politica. Inoltre , l'attuale convento , è anche sede di una casa editrice chiamata " La Piccola Editrice ". Il Convento è comunque luogo ideale per alloggiare in un posto da visitare con il suo tipico chiostro, I suoi dipinti, giardini, orti, pozzi,il vecchio refettorio dei frati e molto altro.

A Celleno sono anche famose le sorgenti di acqua, la più nota è sicuramente " L'Acqua Forte" che è chiamata così per il suo piacevole sapore ferruginoso.

La parte nuova del paese, che vediamo entrando a Celleno è oggi un centro ricco di negozi e tutti I servizi necessari. Le case furono costruite negli anni ' 50. Nel paese nuovo è anche presente la chiesa più grande del paese chiamata San Donato, patrono del paese di Celleno , festeggiato annualmente.

Tra le feste più importanti del paese di Celleno abbiamo la Festa delle ciliegie organizzata da tutta dalla proloco di Celleno e con tutto il paese. La festa delle ciliege o delle cerase ha una tradizione molto antica e ogni anno, nella prima settimana di Giugno, festeggiamo per una settimana uno dei momenti più caratteristici del nostro comune. Celleno è "il paese delle ciliegie". Inoltre il comune di Celleno è gemellato con la cittadina di Serock che dista pochi kilometri da Varsavia, capitale della Polonia. Per la tradizionale festa delle ciliegie, i ragazzi e non di Serock, vengono ospitati per alcuni giorni da alcune famiglie cellenesi


Contatore sito