Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri e non utilizza cookie di profilazione di terze parti. Abbiamo anonimizzato Google Analytics, il che ci permette di raccogliere statistiche senza farvi profilare. Da ogni pagina del sito potete accedere alla politica della privacy estesa.
Privacy Policy
HOME

GALLICANO NEL LAZIO (RM)



COME ARRIVARE
-
Auto
Imboccare la SP13c Via Prenestina fino al bivio con la SP56a; proseguire fino al bivio con la SP29a. Da qui seguire le indicazioni per Gallicano nel Lazio

-
Treno
Dalla stazione Termini prendere la linea Roma - Frosinone con fermata Zagarolo, poi proseguire con le linee CO.TRA.L. linea diretta a Palestrina

- Bus

Da Roma Gallicano nel Lazio è raggiungibile con autolinee CO.TRA.L Linea N2, con partenza dal piazzale adiacente alla stazione metro B di Ponte Mammolo.
Le autolinee CO.TRA.L prevedono anche una partenza da Tivoli: da largo Saragat prendere la linea NTN1 in direzione di San Gregorio, Casape, Poli, che prosegue fino a Palestrina.

info
- Comune


Il Comune di Gallicano nel Lazio, con una superficie di 2.603 mq, è situato a 241 mt sul livello del mare, confina a nord con il territorio del comune di Roma, ad est con Roma , a sud con Zagarolo e Palestrina, ad ovest con Zagarolo. L'antico insediamento di Gallicano nel Lazio era situato all'interno del perimetro che competeva l'area della villa di Cesare, estesa fra le vie Prenestina e Casilina, e di altre ville patrizie che le facevano da corona. L'abitato di Gallicano sorge su un colle di forma allungata, affacciato a Nord-Est su due valloni che ne esaltano le caratteristiche di punto inespugnabile. L' asse viario principale si sviluppa lungo la linea di cresta ed è chiuso su ambedue i lati da quinte edilizie continue, interrotte da numerosi e pittoreschi vicoli che penetrano nel tessuto, creando una segmentazione della direttrice principale. Questa particolare struttura urbana ha avuto origine dalla sostanziale ridefinizione delle tipologie edilizie operata dopo la quasi completa distruzione avvenuta ne 1526 per mano delle milizie di Clemente VII. Nel nucleo più antico, il primo segmento, è individuato dalla porta originaria d' ingresso, Porta San Salvatore, collocata a Nord, con il suo arco a tutto sesto e il torrione medievale. A Sud si trova l' altro ingresso, posto sotto il Palazzo Baronale. In posizione centrale rispetto a questa porzione dell' abitato, sorge la Chiesa di San rocco. Il secondo tratto dell' insediamento è misurato dal Palazzo Baronale, attuale sede del Comune, e dalla Chiesa di Sant' Andrea Apostolo. Tra i due edifici sta il Borgo Rospigliosi, con le due quinte edilizie omogenee per la continuità tipologica e stilistica, edificato alla fine del '600, per opera della famiglia omonima


Contatore sito