Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri e non utilizza cookie di profilazione di terze parti. Abbiamo anonimizzato Google Analytics, il che ci permette di raccogliere statistiche senza farvi profilare. Da ogni pagina del sito potete accedere alla politica della privacy estesa.
Privacy Policy
HOME

POZZAGLIA SABINA (RI)

COME ARRIVARE
- Da Roma Via Salaria, all'altezza di Poggio Mirteto svoltare a sinistra sulla S314

info
- Comune


Il colpo d'occhio offerto al visitatore da Pozzaglia Sabina è quantomeno insolito e particolarmente affascinante: il paese, edificato sopra un colle, ha l'aspetto di una vera e propria macchia grigia che fa capolino tra il verde acceso dei boschi e delle pinete che lo circondano.

Le case di Pozzaglia presentano infatti la particolarità di essere tutte costruite senza la benché minima traccia di cemento: la robustezza dell'abitato è assicurata dal fatto che gli edifici sono tutti addossati l'uno all'altro, realizzando con ciò anche una seppur grezza forma di sistema antisismico.

Secondo un'antica leggenda sarebbero stati i soldati di Carlo Magno a costruire le abitazioni e a scavare il Pozzo del Gallo (ovvero Pozzo del Franco, o del Francese) da cui deriverebbe il nome di questo centro.

Una versione meno romanzata delle origini di Pozzaglia farebbe invece discendere il nome da un pozzo o da un acquitrino presente in zona a quell'epoca e la sua organizzazione in borgo all'opera svolta dall'Abbazia di Farfa, che sin dal IX secolo annoverava questi territori tra i suoi possedimenti.

Signori di Pozzaglia furono successivamente i Colonna, gli Orsini, i Tuttavilla, i Muti, fino ad arrivare ai Borghese, nel 1632. I legami con quest'ultima famiglia si sono conservati sino quasi ai nostri giorni e sono attestati dal fatto che ancora oggi una delle strade principali del paese è intitolata a questa nobile famiglia romana.


Contatore sito