Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri e non utilizza cookie di profilazione di terze parti. Abbiamo anonimizzato Google Analytics, il che ci permette di raccogliere statistiche senza farvi profilare. Da ogni pagina del sito potete accedere alla politica della privacy estesa.
Privacy Policy
HOME

SPERLONGA (LT)

COME ARRIVARE
- Pontina fino a Terracina per poi proseguire lungo la via Flacca.
- A1 uscita più vicina a Sperlonga si trova a Cassino.

info
- Comune

Sosta Camper
- Parcheggio I Pirati, a 50 m dalla spiaggia con accesso diretto. Percorrendo la Flacca verso Gaeta è la prima entrata dopo il camping Nord-Sud, strada di accesso riservata molto larga, mentre i parcheggi successivi, verso il museo, hanno l'accesso in comune molto stretto e ripido. Chiedere di Salvatore o Stefania. Si possono usare tendalini, tavoli e sedie. Il paese è raggiungibile solo via spiaggia in circa 15 minuti.


Caratteristico borgo marinaro, lungo la S.S. Flacca, arroccato su una propaggine dei monti Ausoni, il monte S. Magno, e lambito dal mare Tirreno. Due laghetti, costieri - di S. Puoto e Lungo - a Nord, separano il territorio da quello del vicino comune di Fondi.

Sperlonga è una ridente cittadina balneare che non ha dimenticato la sua origine agricola e che ha degli elementi caratterizzanti molto singolari: il paese, con viuzze strette che si inerpicano sul colle, gli improvvisi squarci sul cielo e sul mare, gli archetti che fanno delle abitazioni, dai lindi colori mediterranei spruzzati a calce, un tutt'uno, aprendosi inaspettamente su cortili o altre viuzze, o su improvvisi squarci di cielo e di mare.

Le spiagge di sabbia lunghe circa 10 Km., hanno nomi tipici: ad est, delle "Bambole", "Capovento", "Bazzano", "Angolo"; ad ovest, della "Canzatòra" e "Amyclae". Le rocce, modellate dal vento e dalle grotte marine; le torri costiere di difesa; la collina rigogliosa di flora mediterranea, di uliveti ed orti. Il porticciolo per pescatori e piccole barche da diporto completano l' ambiente, di cui è parte importante l'Antro di Tiberio, portato completamente alla luce alla fine degli anni '50. Comprende una grotta-ninfeo, un grande vivaio itico, resti di una imponente villa imperiale. Sul luogo è sorto il Museo archeologico nazionale, che raccoglie le ricostruzioni di grandi gruppi statuari che rievocano il mito di Ulisse, rinvenuti nell'area.

COSA VEDERE
Grotta di Tiberio, Museo archeologico, grotte, calette, spiagge


Contatore sito