Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri e non utilizza cookie di profilazione di terze parti. Abbiamo anonimizzato Google Analytics, il che ci permette di raccogliere statistiche senza farvi profilare. Da ogni pagina del sito potete accedere alla politica della privacy estesa.
Privacy Policy
HOME

TORRE CAJETANI (FR)


COME ARRIVARE
- A1 uscita Anagni Fiuggi; superstrada "Anticolana" - uscita Fiuggi; S.S. 155 direzione Frosinone, dopo 3 km. bivio per Torre Cajetani

info
- Comune


Le prime notizie della sua esistenza risalgono al V° secolo in occasione del passaggio di san Benedetto che si fermò qui durante il suo viaggio da Subiaco a Cassino. Una chiesa e un monastero furono costruiti in occasione della visita del Santo delle quali rimangono resti ancora visibili.
Ai primi anni del Medioevo risale invece la struttura del maestoso castello appartenuto nel IX secolo al Senatore Teofilatto, che svolse almeno inizialmente una funzione di torre di controllo su tutta la Valle Anticolana. Solo successivamente, nel X secolo cominciarono a svilupparsi intorno alla Torre le prime abitazioni di contadini.

Il centro storico di Torre Cajetani si snoda intorno numerosi viottoli, scalinate tipicamente medievali. La chiesa di Santa Maria è situata nel centro del paese e sembra risalire al 1295 come attesta un pubblico registro. Nonostante le sue origini medievali la chiesa oggi conserva un aspetto essenzialmente barocco dovuto alla rifacimento del 1800.

Fuori del centro storico, nella parte nuova del paese gli amanti della pesca possono trascorrere ore piacevoli nel grazioso laghetto di Cerano. Torre Cajetani è inoltre il punto di partenza di molti tour esplorativi delle montagne locali dalle quali il visitatore potrà godere della vista della Valle Anticolana, della Valle del Sacco fino ai Monti Lepini

Da Vedere

Chiesa di SS. Assunta, Castello dei Cajetani, Centro Storico, Portali

Da annoverare tra le bellezze naturali la sorgente "Le Fontanelle" anticamente nota come "fonte Arillam" utilizzata dallo stesso papa Bonifacio VIII e dotata delle stesse proprietà curative delle più celebri "acque di Fiuggi"


Contatore sito