Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri e non utilizza cookie di profilazione di terze parti. Abbiamo anonimizzato Google Analytics, il che ci permette di raccogliere statistiche senza farvi profilare. Da ogni pagina del sito potete accedere alla politica della privacy estesa.
Privacy Policy
HOME

VILLA S. GIOVANNI IN TUSCIA (VT)


COME ARRIVARE
- SS.2 Cassia prendendo a Cura di Vetralla il bivio per Blera e poi quello per Villa San Giovanni

info
- Comune

Sosta Camper:
- Vicino zona artigianale, gratuito, non custodito


Questo grazioso centro, immerso in una bella vallata, era già abitato ai tempi degli Etruschi e dei Romani, come testimoniano alcuni reperti rinvenuti nelle campagne circostanti: pregevoli i resti di una villa romana del III secolo con pavimento a mosaico. Nel borgo medievale sono riconoscibili le case più antiche, prive di intonaco e con muri a pietra, mentre poco rimane della cinta muraria e del castello. Molti monumenti andarono distrutti durante le invasioni e i saccheggi che il paese subì nei secoli: la vicinanza della via Clodia e della Via Cassia mettevano a repentaglio la sicurezza della cittadina, continuamente presa di mira dagli eserciti diretti a Roma. Tra le incursioni più disastrose si ricordano quelle dei Longobardi di re Liutprando e di Federico II. Nel corso dei secoli San Giovanni fu sempre contesa tra le Signorie locali e la Chiesa e passò dai Di Vico agli Orsini e da questi ultimi agli Anguillara, fino a quando papa Pio II decise di concedere il feudo nella Camera Apostolica, la quale diede in affitto tutte le sue terre; i coloni che furono chiamati a lavorare questi campi furono strenuamente perseguitati da Blera, che voleva allargare il proprio dominio sulla zona.

Chiesa di S. Giovanni Battista
E' l'edificio religioso più grande del paese e fu eretta nel XVIII secolo grazie alle elemosine degli abitanti. All'interno si trovano importanti opere di varie epoche.

I resti della Villa Romana
Situati nel cuore del paese, sono protetti da una copertura trasparente che permette di ammirarli.

Chiesa di S. Maria
Risale al XVI secolo ed è caratterizzata dalla presenza al suo interno di ben quattro altari barocchi, il più grande dei quali pregevolmente stuccato.


Contatore sito