PETRITOLI (FM)

Edificato su un colle a 358 m s.l.m., da castello si è fatto via via, nel corso dei secoli, città in miniatura dalla bella configurazione artistica ed architettonica.

DA VEDERE

La cinta muraria. 

Della cinta muraria dei secoli XIII e XIV restano a sud e a nord alcuni tratti costituiti da paramenti in mattoni e pietre o pietre e mattoni, assai manomessi e maltenuti.

Conservati una torre di guardia, ed una porta quattrocentesca, quasi intatta, a nord; due torrioni cilindrici trecenteschi con piombatoi e porta arretrata quattrocentesca, quasi intatta, al levante.

I tre archi gotici tra i due torrioni sono opera del secolo scorso.

Torre civica in Piazza Castello. 

Opera del secolo scorso, a tre ordini: quadrato, bugnato, ortogonale, cilindrico.

Raro esempio di torre civica isolata.

Teatro condominiale dell’Iride. 

Opera ottocentesca di Giuseppe Sabbatini, costruita dal muratore Giovanni Mercuri. Bassorilievi dorati di Salomone Salomoni.

Le scene di corredo, di Pietro Nunzi, hanno tolto al palcoscenico, ricostruito in cemento armato, la sua funzione originaria, tipica dei teatri ottocenteschi

L'ex convento delle Clarisse, ora Palazzo Comunale, conserva in una sala dell'interno un coro ligneo del XVII secolo.

Nel corso principale è il novecentesco Palazzo Vitali-Rosati, in stile gotico-veneziano.

Fuori dal centro storico, si trova l'ex convento dei Minori Osservanti, ora adibito a poliambulatorio, l'annessa chiesa, con soffitto settecentesco a cassettoni ottagonali istoriati con tempere a tuorlo d'uovo, conserva all'interno un organo del Callido.

La frazione di Moregnano, Comune fino al 1869, è strutturato come un insediamento fortificato;